Libero? Tutto quello che DEVI SAPERE su Digiland e Libero.it (ex iol.it)!

Libero - Libero.it - Digiland - Iol - Iol.itLibero è il nome di un famosissimo portale italiano apparso per la prima volta online nel 1994 quando ancora si chiamava Iol (ovvero “Italia on line”). Erano altri tempi e internet non era nemmeno lontanamente paragonabile a quella che conosciamo oggi.

E’ dunque normale che scrivere di Libero.it e della sua attuale community denominata Digiland (ex Digilander) significa in buona parte sintetizzare un pezzo di storia del web italiano, un pò come è avvenuto quando abbiamo recensito Virgilio e Alice.

Originariamente, Iol (ovvero il portale accessibile presso l’url Iol.it, che sarebbe poi diventato Libero.it) era a pagamento e proprio come Virgilio offriva assistenza ai web naviganti fornendo una piccola web directory e aiutandoli nella configurazione della casella e-mail. Nel 1996 in seguito ad una proficua collaborazione con l’università di Pisa e la Olivetti, Libero sviluppa Arianna. Arianna diviene il primo vero motore di ricerca italiano e successivamente viene succeduto da quello di Virgilio. L’aggiunta di numerosi altri servizi gratuti come quello relativo alle caselle email fece si che nel 1997 Infostrada decidesse di acquistare Iol.

Durante l’anno 1998 Libero (allora ancora Iol.it) introduce Digiland. Digiland è una vera e propria comunità virtuale (uno dei primi veri tentativi di realizzare un “social network”). Digiland, a quei tempi, offrirva la possibilità di pubblicare pagine html e parlare con gli altri utenti connessi al portale.

Nel 2002 il gruppo Infostrada viene acquistato da Wind ed è soltanto allora che Libero.it sostituisce finalmente Iol.it.

Iol diventa quindi Libero e Libero diventa Iol, senza che per gli utenti si registri alcun radicale cambiamento. Questi (gli utenti) si adattano piuttosto velocemente al nuovo marchio ed al nuovo dominio ed il portale continua da allora il suo più naturale sviluppo. Ricordiamo, tuttavia, per dovere di cronaca, che prima di essere acquistato da Wind il sito Libero.it non aveva ancora nulla a che fare con Iol.it e ne era del tutto indipendente.

Nel corso degli anni Libero.it è stato oggetto di numerosi cambiamenti e modifiche sia a livello prettamente grafico e di design che per quanto riguarda le sue funzionalità intrinseche ed i servizi che offre al pubblico. Certo è, che buona parte del successo ottenuto Libero lo deve alla sua community Digiland. La community è costantemente cresciuta con gli anni ed è oggi una delle community gratuite più popolate d’Italia!

Nel 2005 Arianna viene sostituita dal motore di ricerca Google, che, come ben sappiamo, oggi ha il quasi totale monopolio nel settore (un motore interno basato su Arianna viene preservato solo per la ricerca Immagini e Video). Inoltre su Libero.it sono stati aggiunti nuovi servizi relativi ai prodotti telefonici venduti dal gruppo Wind/Infostrada (principalmente linee adsl e prodotti di telecomunicazione mobile).

Libero e di conseguenza anche la sua community Digiland sono, ad oggi, (nel 2012) tra i siti in assoluto più visitati in Italia!

I servizi offerti da Libero.it (ex iol.it) e Digiland.

Libero è un portale tra i più conosciuti in Italia che offre numerosi servizi ai suoi utenti. Si parte dai servizi prettamente informativi, come “affari”, “finanza”, “cinema” e “teconlogia”, “gossip”,”oroscpo”, “viaggi”, “tecnologia”, “sport” a cui si aggiungono poi il servizio di webmail, la possibilità di creare blog personali, di pubblicare annunci e video, e di utilizzare la community Digiland.

La community Digiland offre a sua volta tutti i servizi tipici di un tradizionale social network ed allo stesso tempo quelli di un vero e proprio sito di incontri (attraverso il servizio denominato “Cupido”). La chat pubblica, la possibilità di creare profili e di ricercare altri utenti in base a criteri predefiniti, di aggiungerli tra le amicizie e di contattarli privatamente fanno di Digiland una community completa, funzionale e soprattutto gratuita.

Da segnalare la recente partnership tra Libero e Meetic che vediamo largamente pubblicizzato sul portale di Wind.

Conclusioni: Libero (un tempo iol.it), statistiche alla mano, è il portale italiano in assoluto più famoso. La sua community Digiland è efficace, ben articolata e funzionale. I servizi offerti sono così tanti che elencarli tutti risulta praticamente impossibile (visto che ne vengono aggiunti spesso di nuovi). Provate Libero.it e la sua community Digiland! Non ve ne pentirete.

Libero - Libero.it - Digiland - Iol - Iol.itLibero è il nome di un famosissimo portale italiano apparso per la prima volta online nel 1994 quando ancora si chiamava Iol (ovvero "Italia on line"). Erano altri tempi e internet non era nemmeno lontanamente paragonabile a quella che conosciamo oggi. E' dunque normale che scrivere di Libero.it e della sua attuale community denominata Digiland (ex Digilander) significa in buona parte sintetizzare un pezzo di storia del web italiano, un pò come è avvenuto quando abbiamo recensito Virgilio e Alice. Originariamente, Iol (ovvero il portale accessibile presso l'url Iol.it, che sarebbe poi diventato Libero.it) era a pagamento e proprio come Virgilio offriva assistenza ai web naviganti fornendo una piccola web directory e aiutandoli nella configurazione della casella e-mail. Nel 1996 in seguito ad una proficua collaborazione con l'università di Pisa e la Olivetti, Libero sviluppa Arianna. Arianna diviene il primo vero motore di ricerca italiano e successivamente viene succeduto da quello di Virgilio. L'aggiunta di numerosi altri servizi gratuti come quello relativo alle caselle email fece si che nel 1997 Infostrada decidesse di acquistare Iol. Durante l'anno 1998 Libero (allora ancora Iol.it) introduce Digiland. Digiland è una vera e propria comunità virtuale (uno dei primi veri tentativi di realizzare un "social network"). Digiland, a quei tempi, offrirva la possibilità di pubblicare pagine html e parlare con gli altri utenti connessi al portale. Nel 2002 il gruppo Infostrada viene acquistato da Wind ed è soltanto allora che Libero.it sostituisce finalmente Iol.it. Iol diventa quindi Libero e Libero diventa Iol, senza che per gli utenti si registri alcun radicale cambiamento. Questi (gli utenti) si adattano piuttosto velocemente al nuovo marchio ed al nuovo dominio ed il portale continua da allora il suo più naturale sviluppo. Ricordiamo, tuttavia, per dovere di cronaca, che prima di essere acquistato da Wind il sito Libero.it non aveva ancora nulla a che fare con Iol.it e ne era del tutto indipendente. Nel corso degli anni Libero.it è stato oggetto di numerosi cambiamenti e modifiche sia a livello prettamente grafico e di design che per quanto riguarda le sue funzionalità intrinseche ed i servizi che offre al pubblico. Certo è, che buona parte del successo ottenuto Libero lo deve alla sua community Digiland. La community è costantemente cresciuta con gli anni ed è oggi una delle community gratuite più popolate d'Italia! Nel 2005 Arianna viene sostituita dal motore di ricerca Google, che, come ben sappiamo, oggi ha il quasi totale monopolio nel settore (un motore interno basato su Arianna viene preservato solo per la ricerca Immagini e Video). Inoltre su Libero.it sono stati aggiunti nuovi servizi relativi ai prodotti telefonici venduti dal gruppo Wind/Infostrada (principalmente linee adsl e prodotti di telecomunicazione mobile). Libero e di conseguenza anche la sua community Digiland sono, ad oggi, (nel 2012) tra i siti in assoluto più visitati in Italia! I servizi offerti da Libero.it (ex iol.it) e Digiland. Libero è un portale tra i più conosciuti in Italia che offre numerosi servizi ai suoi utenti. Si parte dai servizi prettamente informativi, come "affari", "finanza", "cinema" e "teconlogia", "gossip","oroscpo", "viaggi", "tecnologia", "sport" a cui si aggiungono poi il servizio di webmail, la possibilità di creare blog personali, di pubblicare annunci e video, e di utilizzare la community Digiland. La community Digiland offre a sua volta tutti i servizi tipici di un tradizionale social network ed allo stesso tempo quelli di un vero e proprio sito di incontri (attraverso il servizio denominato "Cupido"). La chat pubblica, la possibilità di creare profili e di ricercare altri utenti in base a criteri predefiniti, di aggiungerli tra le amicizie e di contattarli privatamente fanno di Digiland una community completa, funzionale e soprattutto gratuita. Da segnalare la recente partnership tra Libero e Meetic che vediamo largamente pubblicizzato sul portale di Wind. Conclusioni: Libero (un tempo iol.it), statistiche alla mano, è il portale italiano in assoluto più famoso. La sua community Digiland è efficace, ben articolata e funzionale. I servizi offerti sono così tanti che elencarli tutti risulta praticamente impossibile (visto che ne vengono aggiunti spesso di nuovi). Provate Libero.it e la sua community Digiland! Non ve ne pentirete. [wp-rater]

Vota questo articolo:


Valutazione: 3.2/5 (11 voti)

Se già usi o conosci il sito appena recensito ma sei alla ricerca di valide alternative (GRATUITE) per rimorchiare facile e fare nuove conoscenze in rete clicca qui e meravigliati!