Second Life? Tutto quello che DEVI SAPERE su Secondlife.com!

Secondlife - Second life - Secondlife.comSu Second Life si è scritto e si scriverà ancora moltissimo. Le ragioni di questo interesse sono certamente valide e fondate poichè nel 2003, ovvero quando Secondlife.com è apparso online per la prima volta, esso è apparso, fin da subito, come un assoluta rivoluzione. Una di quelle che possono stravolgere per sempre il mondo del web, quello reale e soprattutto una di quelle (rivoluzioni) in grado di influenzare la consapevolezza e le menti di milioni di individui sparsi su tutto il pianeta.

Secondlife nasce, come già accennato, nel giugno del 2003, lanciato dalla societa americana “Linden Labs” secondo la visione del suo fondatore visionario e fisico: Philip Rosedale. Questo vuol dire che Secondlife.com si muove oramai speditamente verso il suo decimo anno di vita. Tuttavia lungo il corso di questi “quasi 10 anni di vita” molte cose sono cambiate nel mondo ed anche ovviamente anche su Second Life. Cercheremo dunque in questo articolo di accennarvi almeno le più rilevanti tra queste mutazioni ed/o evoluzioni oltre che ovviamente, discutere della storia di questo straordinario “esperimento sociale” .

Gli utenti di Second Life possono accedere al mondo di Secondlife.com utilizzando un client specifico (scaricabile ed utilizzabile gratuitamente) denominato “Secondlife Viewer”. Tale client permette agli utenti di agganciarsi ai loro avatar virtuali, di controllarli e quindi, in buona sostanza, di accedere al mondo di Secondlife.com. Tantissime sono le possibilità offerte ai “residenti” (precisiamo che i residenti sono gli avatar che popolano il mondo di SL). Tra queste quasi infinite possibilità: la possibilità di girovagare liberamente per il mondo SL, di organizzare feste, di personalizzare l’avatar nei modi più disparati, di comprare case ed arredarle, di frequentare negozzi e fare acquisti, di aprire attività, si andare a ballare, sposarsi, fidanzarzi, viaggiare nel tempo e perfino di pagare alcune “professioniste” per farci un pò di compagnia. Su Second Life esiste una vera e propria valuta virtuale che può essere ottenuta partecipando ad alcune attività specifiche oppure (più generalmente) acquistata. La valuta monetaria di SecondLife si chiama “Linden Dollar” (proprio dal nome della società produttrice). Tale valuta può essere convertita in euro oppure in dollari americani e quindi ha un effettivo valore di mercato e ci sono ,sia dentro che fuori il mondo di Second Life, numerosi exchangers professionisti che su questo genere di scambio hanno costruito la loro fortuna.

Registrarsi a Second Life è assolutamente gratuito ma proprio come nella vità reale, più saranno i Linden dollars di cui disporrete (spesso definiti semplicemente Lindens) e più ve la potrete spassare.

La peculiarità specifica che ha reso Second Life un sito unico nel suo genere (ed ancora oggi è così) è tuttavia un altra! Parliamo infatti della possibilità di aggiungere contenuti grafici al mondo di Secondlife.com. A ciascun utente sono infatti forniti tutti gli strumenti necessari per fare ciò (attraverso il Linden Scripting Language o LSL), ed una volta creato un gadget, un servizio, la forma di un paesaggio o di un personaggio o qualsivoglia altra aggiunta al mondo di Secondlife.com, potremo venderla e ricavarci il 100% del profitto (saremo infatti unici proprietari di quanto andremo a creare e SL non sottrarrà alcuna percentuale di profitto dalle nostre vendite).

Second Life vanta anche l’integrazione con il motore fisico Havox 4 (integrazione avvenuta nel 2008) che rende tutti gli spostamenti o le collisioni di tipo fisico molto realistiche. E inoltre possibile mandare in streaming contenuti audiovisivi (quindi guardare, ascoltare ed essere visti da uno o più “residenti organizzando videoconferenze). Sempre nel 2008 con l’aggiunta nel client del software denominato “Windlight” la resa grafica degli oggetti e quindi dell’intero universo SL è notevolmente migliorata, divenendo infinitamente più dettagliata e realistica. E’ disponibile, inoltre, un sistema di trasmissione vocale (in seguito ad un upgrade del 2007), uno per la messagistica instantanea, un mini-browser integrato e moltissimo altro ancora.

Ed è infatti proprio dall’integrazione e dalla mescolanza di così tanti elementi e funzionalità differenti in un vero e proprio unverso 3d che è sorto l’interesse per Secondlife da parte di università ed istituti di istruzione e formazione sparsi in tutto il mondo (interesse ancora oggi attuale nonostante il recente declino della popolarità di Second Life). Molti sono infatti i progetti formativi che si sono estesi o sviluppati completamente su Secondlife.com. Dall’insegnamento delle lingue alla programmazione php o html. Quello che appare evidente è che in moltissimi hanno intuito le potenzialità di un simile universo virtuale fin dal principio, e dunque molto del successo ottenuto da Second Life è ampiamente meritato. Certo i media hanno contruibuito, e non poco ad accrescerne la popolarità, ma SL è un servizio unico nel suo genere, quasi un esperimento, che si stà orientando sempre più verso l’open source per permettere agli utenti di tutto il mondo di apportare migliorie e perfezionamenti sempre più consistenti all’intero progetto.

Second Life è un mondo vero e proprio diviso in territori definiti “grid”. Ai minorenni (vista l’incredibile mole di utenza e l’impossibilità sostanziale di effettuare un efficace moderazione dei contenuti a livello globale) viene permesso l’accesso solo al “Teen Grid”.

Critiche:

Secondlife è stato largamente contestato dai sociologi di tutto il mondo a causa della sua complessità intrinseca (che secondo altri è il suo pregio principale). Si tratta infatti di un “mondo” vero e proprio, quasi non fosse una semplice simulazione! Ed è proprio questo ad aver portato centinaia di migliaia di utenti connessi da tutto il mondo, a sviluppare la cosidetta “sindrome Second Life” (che a noi appare più come una vera e propria dipendenza alienante). Il fenomeno è così diffuso ancora oggi che ci pare davvero riduttivo associarlo unicamento a personalità particolari che avrebbero (con o senza Secondlife.com) comunque delle problematiche di integrazione ed interazione sociale. Su questo tema infatti sono stati scritti centinaia di libri nel corso degli ultimi anni e si tratta di un argomento così complesso ed articolato da non poter essere certamente discusso in questa sede.

Interessi e piccole curiosità:

– Mantova è stata la prima città italiana ad avere il suo corrispettivo perfetto su SL. Sono stati riprodotti, vari monumenti, il centro storico e perfino il museo.

– Il videoclip “Bruci La Città” di Irene Grandi è stato “girato” su Second Life, stesso dicasi per un noto singolo di Paola e Chiara.

– La regione Toscana è stata la prima ad approdare Secondlife.com.

– L’onorevole Di Pietro Antonio il primo a tenere un comizio politico su Secondlife.

Conclusioni: Secondlife è un universo immenso. Un “esperimento tecnico e sociale” ben riuscito ed ancora in via di svolgimento. Su TBWT abbiamo recensito Smeet che (come altri siti simili) è stato per certi versi ispirato da Secondlife.com. Ciò nonostante la complessità e la maestosità dell’universo Second Life, lo rendono, almeno per il momento, ineguagliato e ineguagliabile. Second Life ha subito un rapido declino (che ne ha compromesso di molto la popolarità), iniziato già dalla fine del 2008 ma rimane un universo vivo e molto frequentato dagli internauti di tutto il mondo. Vi consigliamo di provarlo, visto è considerato che, oltretutto, è gratuito! Il nostro voto: 8,5.

Secondlife - Second life - Secondlife.comSu Second Life si è scritto e si scriverà ancora moltissimo. Le ragioni di questo interesse sono certamente valide e fondate poichè nel 2003, ovvero quando Secondlife.com è apparso online per la prima volta, esso è apparso, fin da subito, come un assoluta rivoluzione. Una di quelle che possono stravolgere per sempre il mondo del web, quello reale e soprattutto una di quelle (rivoluzioni) in grado di influenzare la consapevolezza e le menti di milioni di individui sparsi su tutto il pianeta. Secondlife nasce, come già accennato, nel giugno del 2003, lanciato dalla societa americana "Linden Labs" secondo la visione del suo fondatore visionario e fisico: Philip Rosedale. Questo vuol dire che Secondlife.com si muove oramai speditamente verso il suo decimo anno di vita. Tuttavia lungo il corso di questi "quasi 10 anni di vita" molte cose sono cambiate nel mondo ed anche ovviamente anche su Second Life. Cercheremo dunque in questo articolo di accennarvi almeno le più rilevanti tra queste mutazioni ed/o evoluzioni oltre che ovviamente, discutere della storia di questo straordinario "esperimento sociale" . Gli utenti di Second Life possono accedere al mondo di Secondlife.com utilizzando un client specifico (scaricabile ed utilizzabile gratuitamente) denominato "Secondlife Viewer". Tale client permette agli utenti di agganciarsi ai loro avatar virtuali, di controllarli e quindi, in buona sostanza, di accedere al mondo di Secondlife.com. Tantissime sono le possibilità offerte ai "residenti" (precisiamo che i residenti sono gli avatar che popolano il mondo di SL). Tra queste quasi infinite possibilità: la possibilità di girovagare liberamente per il mondo SL, di organizzare feste, di personalizzare l'avatar nei modi più disparati, di comprare case ed arredarle, di frequentare negozzi e fare acquisti, di aprire attività, si andare a ballare, sposarsi, fidanzarzi, viaggiare nel tempo e perfino di pagare alcune "professioniste" per farci un pò di compagnia. Su Second Life esiste una vera e propria valuta virtuale che può essere ottenuta partecipando ad alcune attività specifiche oppure (più generalmente) acquistata. La valuta monetaria di SecondLife si chiama "Linden Dollar" (proprio dal nome della società produttrice). Tale valuta può essere convertita in euro oppure in dollari americani e quindi ha un effettivo valore di mercato e ci sono ,sia dentro che fuori il mondo di Second Life, numerosi exchangers professionisti che su questo genere di scambio hanno costruito la loro fortuna. Registrarsi a Second Life è assolutamente gratuito ma proprio come nella vità reale, più saranno i Linden dollars di cui disporrete (spesso definiti semplicemente Lindens) e più ve la potrete spassare. La peculiarità specifica che ha reso Second Life un sito unico nel suo genere (ed ancora oggi è così) è tuttavia un altra! Parliamo infatti della possibilità di aggiungere contenuti grafici al mondo di Secondlife.com. A ciascun utente sono infatti forniti tutti gli strumenti necessari per fare ciò (attraverso il Linden Scripting Language o LSL), ed una volta creato un gadget, un servizio, la forma di un paesaggio o di un personaggio o qualsivoglia altra aggiunta al mondo di Secondlife.com, potremo venderla e ricavarci il 100% del profitto (saremo infatti unici proprietari di quanto andremo a creare e SL non sottrarrà alcuna percentuale di profitto dalle nostre vendite). Second Life vanta anche l'integrazione con il motore fisico Havox 4 (integrazione avvenuta nel 2008) che rende tutti gli spostamenti o le collisioni di tipo fisico molto realistiche. E inoltre possibile mandare in streaming contenuti audiovisivi (quindi guardare, ascoltare ed essere visti da uno o più "residenti organizzando videoconferenze). Sempre nel 2008 con l'aggiunta nel client del software denominato "Windlight" la resa grafica degli oggetti e quindi dell'intero universo SL è notevolmente migliorata, divenendo infinitamente più dettagliata e realistica. E' disponibile, inoltre, un sistema di trasmissione vocale (in seguito ad un upgrade del 2007), uno per la messagistica instantanea, un mini-browser integrato e moltissimo altro ancora. Ed è infatti proprio dall'integrazione e dalla mescolanza di così tanti elementi e funzionalità differenti in un vero e proprio unverso 3d che è sorto l'interesse per Secondlife da parte di università ed istituti di istruzione e formazione sparsi in tutto il mondo (interesse ancora oggi attuale nonostante il recente declino della popolarità di Second Life). Molti sono infatti i progetti formativi che si sono estesi o sviluppati completamente su Secondlife.com. Dall'insegnamento delle lingue alla programmazione php o html. Quello che appare evidente è che in moltissimi hanno intuito le potenzialità di un simile universo virtuale fin dal principio, e dunque molto del successo ottenuto da Second Life è ampiamente meritato. Certo i media hanno contruibuito, e non poco ad accrescerne la popolarità, ma SL è un servizio unico nel suo genere, quasi un esperimento, che si stà orientando sempre più verso l'open source per permettere agli utenti di tutto il mondo di apportare migliorie e perfezionamenti sempre più consistenti all'intero progetto. Second Life è un mondo vero e proprio diviso in territori definiti "grid". Ai minorenni (vista l'incredibile mole di utenza e l'impossibilità sostanziale di effettuare un efficace moderazione dei contenuti a livello globale) viene permesso l'accesso solo al "Teen Grid". Critiche: Secondlife è stato largamente contestato dai sociologi di tutto il mondo a causa della sua complessità intrinseca (che secondo altri è il suo pregio principale). Si tratta infatti di un "mondo" vero e proprio, quasi non fosse una semplice simulazione! Ed è proprio questo ad aver portato centinaia di migliaia di utenti connessi da tutto il mondo, a sviluppare la cosidetta "sindrome Second Life" (che a noi appare più come una vera e propria dipendenza alienante). Il fenomeno è così diffuso ancora oggi che ci pare davvero riduttivo associarlo unicamento a personalità particolari che avrebbero (con o senza Secondlife.com) comunque delle problematiche di integrazione ed interazione sociale. Su questo tema infatti sono stati scritti centinaia di libri nel corso degli ultimi anni e si tratta di un argomento così complesso ed articolato da non poter essere certamente discusso in questa sede. Interessi e piccole curiosità: - Mantova è stata la prima città italiana ad avere il suo corrispettivo perfetto su SL. Sono stati riprodotti, vari monumenti, il centro storico e perfino il museo. - Il videoclip "Bruci La Città" di Irene Grandi è stato "girato" su Second Life, stesso dicasi per un noto singolo di Paola e Chiara. - La regione Toscana è stata la prima ad approdare Secondlife.com. - L'onorevole Di Pietro Antonio il primo a tenere un comizio politico su Secondlife. Conclusioni: Secondlife è un universo immenso. Un "esperimento tecnico e sociale" ben riuscito ed ancora in via di svolgimento. Su TBWT abbiamo recensito Smeet che (come altri siti simili) è stato per certi versi ispirato da Secondlife.com. Ciò nonostante la complessità e la maestosità dell'universo Second Life, lo rendono, almeno per il momento, ineguagliato e ineguagliabile. Second Life ha subito un rapido declino (che ne ha compromesso di molto la popolarità), iniziato già dalla fine del 2008 ma rimane un universo vivo e molto frequentato dagli internauti di tutto il mondo. Vi consigliamo di provarlo, visto è considerato che, oltretutto, è gratuito! Il nostro voto: 8,5. [wp-rater]

Vota questo articolo:


Valutazione: 2.3/5 (15 voti)

Se già usi o conosci il sito appena recensito ma sei alla ricerca di valide alternative (GRATUITE) per rimorchiare facile e fare nuove conoscenze in rete clicca qui e meravigliati!

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *