Virgilio e Alice? Tutto quello che devi sapere su Virgilio.it e Alice.it!

Virgilio.itScrivere di Virgilio e Alice è un pò come dover raccontare la storia del web in Italia, dai suoi albori più reconditi fino ai giorni nostri. Certo è che, ci possiamo scommettere, solo pochissimi di voi non avranno mai sentito parlare di Virgilio e di Alice (“il bello e la bella di internet”, come recitavano anni fa i loro due slogan principali). Lungi dal voler essere davvero esaustivi sull’argomento, cercheremo di ricapitolare un pò la storia e lo sviluppo di questi due famosissimi portali italiani (rispettivamente raggiungibili su Virgilio.it e Alice.it).Alice.it

Cominciamo dunque a parlare un pò di Virgilio. Come appena scritto,  poco sopra, il portale è attualmente raggiungibile all’url www.Virgilio.it ed è così da ben 16 anni (anche se il servizio non è stato sempre continuo). Virgilio nasce per l’appunto (16 anni fa) nel 1996 come motore di ricerca e web directory. Ful il primo vero portale nato in italia ed è ancora oggi il più famoso (secondo soltanto a Libero). Per quanto riguarda le funzionalità che Virgilio vantava  all’inizio quelle relative al “motore di ricerca” sono oramai state sospese da anni (ma ricordiamo che fino al 2000 Virgilio è stato senza dubbio il miglior motore di ricerca italiano ed anche la migliore Web directory esistente in Italia). Si, “web directory”, perchè parliamo di un tempo lontano in cui i siti non erano ancora miliardi e si poteva ancora avere una sorta di “elenco telefonico o rubrica” del web italiano e non. Google non aveva ancora il monopolio di un bel nulla e tutto era molto più semplice di come è oggi. Il portale di Virgilio è attualmente controllato (passaggio avvenuto nel 2004) dal gruppo Telecom Italia (Telecom controlla anche Alice.it) che ne ha deciso le sorti in più occasioni. E’ stata infatti, sempre Telecom Italia a decidere di oscurare Virgilio dalla fine del 2005 alla fine del 2007 in favore di Alice (o Alice.it). Tutti gli indirizzi di Virgilio furnono infatti deviati verso le pagine di Alice e per quei due anni il nome Virgilio, pur sempre noto ai veterani del web, cadde in un lento e progressivo disuso. Ricordiamo però che il marchio Alice fu princialmente ideato ed utilizzato da Telecom per pubblicizzare la sua offerta adsl (allora una delle poche disponibili) ed alla fine questa mossa di marketing si rivelò meno efficace del previsto. Tanto da portare Telecom a fare un rapido dietrofont, riprinstinando Virgilio, pur non sopprimendo Alice. Di fatto a quel punto e fino al 12 gennaio del 2011 entrambi i portali erano raggiungibili rispettivamente agli indirizzi Alice.it e Virgilio.it.

Dal 12 gennaio del 2011 Telecom decide di oscurare Alice e di deviare tutto il suo traffico verso telecomitalia.it. Virgilio è invece ancora oggi pienamente raggiungibile su Virgilio.it e rimane uno dei migliori e più famosi portali web italiani.

Completato questo breve accenno storico passiamo ad una descrizione un pochino più dettagliata dei servizi offerti da questi due portali.

Virgilio prese il nome dalla guida di Dante nella Divina Commedia, ed allora di fatto faceva proprio questo. Guidava gli internauti in una, ancora giovane, internet. Oggi Virgilio.it non ospità più alcun motore di ricerca ma solo un portale web piuttosto grande e articolato. I servizi sono organizzati in “canali” e tra questi troviamo quelli prettamente informativi (come “auto & moto”, “Cinema e tv”, “Donne”, “Finanza”, “Gossip”, “Notizie, “Sport”), un canale dedicato ai giochi (in genere giochi in flash), uno ai video (stile Youtube), uno alla messaggistica istantanea (che avviene ancora tramite l’oramai storico client denominato C6), uno per il servizio di webmail (è possibile infatti ottenere gratuitamente degli indirizzi email del tipo nomeutente@virgilio.it) e tanti altri ancora.

Su Virgilio potrete infatti trovare una vera e propria community con tanto di profili personali, pagine blog, chat pubblica, forum pubblico. Per non parlare dell’innovativo servizio denominato “OkNotizie” e di “Genio” (che è concettualmente simile a Yahoo answers). Insomma su Virgilio.it troverete di tutto e di più e sfortunatamente lo stesso non si può dire di Alice. Alice.it è infatti reindirizzato verso la pagina ufficiale di Telecom Italia e solo il servizio di webmail è stato mantenuto operativo (potrete dunque ancora ottenere un indirizzo email del tipo nomeutente@alice.it ma solo se vi abbonerete ad i servizi adsl di Telecom Italia o se acquisterete una scheda sim della Tim). Per il resto su Alice c’è ben poco da aggiungere ad eccezione del fatto che è un marchio celebre e molto conosciuto in Italia. Su Virgilio aggiungiamo invece una piccola curiosità: ovvero che è attualmente ospitato su circa 1300 server e vanta quasi 14 milioni di utenti italiani (secondo soltanto a Libero.it)!

Conclusioni: Virgilio.it e Alice.it hanno scritto la storia del web in Italia. Mentre Alice è stato attualmente sospeso (ad eccezione del suo servizio e-mail) in favore di telecomitalia.it, Virgilio.it è attualmente operativo ed offre una mastodontica mole di servizi gratuiti ai suoi iscritti. Virgilio è il secondo portale italiano per numero di iscritti (secondo solo a Libero ed immediatamente succeduto da Tiscali). Vi consigliamo di provarlo.

Virgilio.itScrivere di Virgilio e Alice è un pò come dover raccontare la storia del web in Italia, dai suoi albori più reconditi fino ai giorni nostri. Certo è che, ci possiamo scommettere, solo pochissimi di voi non avranno mai sentito parlare di Virgilio e di Alice ("il bello e la bella di internet", come recitavano anni fa i loro due slogan principali). Lungi dal voler essere davvero esaustivi sull'argomento, cercheremo di ricapitolare un pò la storia e lo sviluppo di questi due famosissimi portali italiani (rispettivamente raggiungibili su Virgilio.it e Alice.it).Alice.it Cominciamo dunque a parlare un pò di Virgilio. Come appena scritto,  poco sopra, il portale è attualmente raggiungibile all'url www.Virgilio.it ed è così da ben 16 anni (anche se il servizio non è stato sempre continuo). Virgilio nasce per l'appunto (16 anni fa) nel 1996 come motore di ricerca e web directory. Ful il primo vero portale nato in italia ed è ancora oggi il più famoso (secondo soltanto a Libero). Per quanto riguarda le funzionalità che Virgilio vantava  all'inizio quelle relative al "motore di ricerca" sono oramai state sospese da anni (ma ricordiamo che fino al 2000 Virgilio è stato senza dubbio il miglior motore di ricerca italiano ed anche la migliore Web directory esistente in Italia). Si, "web directory", perchè parliamo di un tempo lontano in cui i siti non erano ancora miliardi e si poteva ancora avere una sorta di "elenco telefonico o rubrica" del web italiano e non. Google non aveva ancora il monopolio di un bel nulla e tutto era molto più semplice di come è oggi. Il portale di Virgilio è attualmente controllato (passaggio avvenuto nel 2004) dal gruppo Telecom Italia (Telecom controlla anche Alice.it) che ne ha deciso le sorti in più occasioni. E' stata infatti, sempre Telecom Italia a decidere di oscurare Virgilio dalla fine del 2005 alla fine del 2007 in favore di Alice (o Alice.it). Tutti gli indirizzi di Virgilio furnono infatti deviati verso le pagine di Alice e per quei due anni il nome Virgilio, pur sempre noto ai veterani del web, cadde in un lento e progressivo disuso. Ricordiamo però che il marchio Alice fu princialmente ideato ed utilizzato da Telecom per pubblicizzare la sua offerta adsl (allora una delle poche disponibili) ed alla fine questa mossa di marketing si rivelò meno efficace del previsto. Tanto da portare Telecom a fare un rapido dietrofont, riprinstinando Virgilio, pur non sopprimendo Alice. Di fatto a quel punto e fino al 12 gennaio del 2011 entrambi i portali erano raggiungibili rispettivamente agli indirizzi Alice.it e Virgilio.it. Dal 12 gennaio del 2011 Telecom decide di oscurare Alice e di deviare tutto il suo traffico verso telecomitalia.it. Virgilio è invece ancora oggi pienamente raggiungibile su Virgilio.it e rimane uno dei migliori e più famosi portali web italiani. Completato questo breve accenno storico passiamo ad una descrizione un pochino più dettagliata dei servizi offerti da questi due portali. Virgilio prese il nome dalla guida di Dante nella Divina Commedia, ed allora di fatto faceva proprio questo. Guidava gli internauti in una, ancora giovane, internet. Oggi Virgilio.it non ospità più alcun motore di ricerca ma solo un portale web piuttosto grande e articolato. I servizi sono organizzati in "canali" e tra questi troviamo quelli prettamente informativi (come "auto & moto", "Cinema e tv", "Donne", "Finanza", "Gossip", "Notizie, "Sport"), un canale dedicato ai giochi (in genere giochi in flash), uno ai video (stile Youtube), uno alla messaggistica istantanea (che avviene ancora tramite l'oramai storico client denominato C6), uno per il servizio di webmail (è possibile infatti ottenere gratuitamente degli indirizzi email del tipo nomeutente@virgilio.it) e tanti altri ancora. Su Virgilio potrete infatti trovare una vera e propria community con tanto di profili personali, pagine blog, chat pubblica, forum pubblico. Per non parlare dell'innovativo servizio denominato "OkNotizie" e di "Genio" (che è concettualmente simile a Yahoo answers). Insomma su Virgilio.it troverete di tutto e di più e sfortunatamente lo stesso non si può dire di Alice. Alice.it è infatti reindirizzato verso la pagina ufficiale di Telecom Italia e solo il servizio di webmail è stato mantenuto operativo (potrete dunque ancora ottenere un indirizzo email del tipo nomeutente@alice.it ma solo se vi abbonerete ad i servizi adsl di Telecom Italia o se acquisterete una scheda sim della Tim). Per il resto su Alice c'è ben poco da aggiungere ad eccezione del fatto che è un marchio celebre e molto conosciuto in Italia. Su Virgilio aggiungiamo invece una piccola curiosità: ovvero che è attualmente ospitato su circa 1300 server e vanta quasi 14 milioni di utenti italiani (secondo soltanto a Libero.it)! Conclusioni: Virgilio.it e Alice.it hanno scritto la storia del web in Italia. Mentre Alice è stato attualmente sospeso (ad eccezione del suo servizio e-mail) in favore di telecomitalia.it, Virgilio.it è attualmente operativo ed offre una mastodontica mole di servizi gratuiti ai suoi iscritti. Virgilio è il secondo portale italiano per numero di iscritti (secondo solo a Libero ed immediatamente succeduto da Tiscali). Vi consigliamo di provarlo. [wp-rater]

Vota questo articolo:


Valutazione: 1.8/5 (8 voti)

Se già usi o conosci il sito appena recensito ma sei alla ricerca di valide alternative (GRATUITE) per rimorchiare facile e fare nuove conoscenze in rete clicca qui e meravigliati!