Come superare l’ansia da prestazione

come superare l'ansia da prestazioneNon sempre le nostre prestazioni sessuali ci soddisfano: capita di sentirsi insicuri e aver paura del giudizio del partner nei nostri riguardi. Quando questo diventa però un problema tale da limitare la durata se non addirittura la buona riuscita di un rapporto, si parla di ansia da prestazione. L'ansia da prestazione è un disturbo che non deve essere assolutamente trascurato, dal momento che può essere causa di stress e infelicità, oltre a poter creare crisi nella relazione di coppia. Non c'è niente di cui vergognarsi, secondo recenti studi almeno un uomo su tre nel corso della propria vita si trova ad affrontare un periodo di grave insicurezza in ambito sessuale. Quello che conta è agire tempestivamente per risolvere il problema.

L'ansia da prestazione in realtà può colpire entrambi i sessi. Nelle donne spesso è associata alla paura delle conseguenze del rapporto: una possibile gravidanza, i rischi di contrarre malattie oppure di provare dolore durante la penetrazione. Lo stress che ne deriva è difficile da controllare e porta a un rifiuto nei confronti del partner, che dovrà essere in grado di dimostrare grande sensibilità per aiutare la propria compagna a superare questo momento. Vediamo allora come comportarsi se ti accorgi di avere problemi a lasciarti andare all'intimità. Ti consiglio anche la guida come durare di più a letto, che ti aiuterà a migliorare ulteriormente le tue prestazioni.

Superare l'ansia da prestazione: lavora sul dialogo con la tua partner

La cosa fondamentale per trovare la giusta sintonia con la persona amata, è riporre totale fiducia nell'altro e nella relazione fra voi. Prenditi tutto il tempo che senti necessario per parlare e dialogare, aprendoti senza paura e esponendole la tua ansia. Vedrai che capirà. Questo aumenterà la vostra intesa e rafforzerà enormemente l'unione fra voi, aiutandoti a sentirti più sicuro anche in ambito sessuale, ma non solo.

Sapere che lei non ti sta giudicando ed è pronta ad aiutarti a superare qualunque problematica possa affliggerti, sarà il primo passo per tornare a fidarti di te stesso. Ricordati che diventa un circolo vizioso: più ti senti in ansia, più il tuo organismo produrrà ormoni dello stress, che andranno ad influire ulteriormente sul tuo stato d'animo e sulla capacità di eccitarti e completare il rapporto. Ecco perché, se non intervieni, la situazione potrebbe diventare sempre peggiore.

Trova perciò il coraggio di parlarle delle tue paure e delle tue insicurezze. Organizzati per avere un momento di relax, insieme alla tua compagna, senza che altre questioni possano interferire sulla conversazione. Apriti come faresti con il tuo migliore amico e lasciati andare. Man mano che la vedrai comprensiva e dolce nei tuoi riguardi, esponile quello che senti, senza vergogna. Avere un appoggio sincero ti porterà immediatamente sulla strada della guarigione.

Leggi
Come far sentire la tua mancanza alla tua ex - Tecnica per riconquistarla

Ansia da prestazione: concentrati sui tuoi lati positivi

ansia da prestazioneIl passo successivo, una volta che lei ti avrà espresso la sua vicinanza e la volontà di aiutarti, è iniziare a rivalutare te stesso e le tue qualità. L'ansia da prestazione ti induce a concentrarti esclusivamente sulle tue caratteristiche negative, in particolare su quelle che ti frenano quando si tratta di fare sesso, e su cui senti maggiormente la paura di essere giudicato.

Non ci sono solo quelle, però. Pensa a tutto quello che hai di positivo. Se la tua donna sta con te, se ti ha scelto e adesso è qui vicina pronta a tenderti la mano, evidentemente è perché hai molto da offrire. Lei può aiutarti anche in questo. Chiedile cosa le piace di te, in cosa ti trova attraente, anche mentre fate l'amore.

Magari tu sei in soggezione per la tua pancia troppo grossa, mentre lei non ha occhi che per i muscoli delle tue braccia, che la fanno sentire protetta mentre la abbracci. Valorizza tutto quello che di bello è in te. Ci sono moltissime cose che possono farti sentire importante, e sono in numero davvero più grande rispetto a quelle negative.

Le donne, inoltre, hanno un modo totalmente diverso di vivere il sesso e l'intimità di coppia. È molto probabile che lei nemmeno si sia mai accorta di quello che invece per te è fonte di vergogna. Per una ragazza la dolcezza e l'intesa mentale sono molto più importanti dell'aspetto fisico. Se non ti piaci, lavora sulle tue azioni, sui tuoi movimenti, dedicati a lei prima di pensare a quello che ritieni di dover fare per sentirti più virile. Una carezza o un bacio dati nel punto giusto contano più di qualunque prestazione sessuale. Non siete in un film porno.

Non avere fretta: ricordati i preliminari

A chi è affetto da ansia da prestazione capita spesso di focalizzare tutti i propri pensieri sul momento culmine del rapporto, nella paura di non farcela. Niente di più sbagliato. Avete tutto il tempo per aumentare l'eccitazione reciproca. Meglio quindi evitare le sveltine almeno per un po'. Ogni esperienza negativa non farebbe che incrementare ulteriormente lo stress che provi, con ripercussioni sempre più disastrose. Preferisci quindi farlo poco ma farlo bene.

Spogliatevi lentamente, assaporate ogni istante senza badare all'orologio. Con i preliminari puoi dedicarti a lei: più la farai godere più ti sentirai capace, e questo ovviamente andrà ad influire positivamente sulla tua eccitazione. Meno penserai a te, insomma, maggiori risultati otterrai. La penetrazione è solo una parte dell'infinità di giochi che potete condividere: se non ti rende sicuro, almeno per un periodo, lasciala come contorno.

Hai le mani, la bocca, la lingua e perché no, una serie di stimolanti giochi erotici che puoi utilizzare con lei. Non c'è niente di male a utilizzare un massaggiatore o un piccolo vibratore per darle ulteriore piacere. Anzi sarà un modo per sentirvi ancora più complici, aiutandovi a superare tutti quei tabù che spesso sono proprio alla base dei problemi sessuali.

Leggi
Come fare un massaggio sensuale per eccitarla e sorprenderla

Vivete il sesso con allegria e naturalezza, senza che diventi una gara a chi lo fa meglio. Parlate delle vostre fantasie: chiedile cosa le piace e allo stesso modo sentiti libero di fare lo stesso con lei. Scoprirete così come eccitarvi a vicenda senza paranoie. Sussurratevi frasi piccanti durante il rapporto per sottolineare un movimento particolarmente gradito o per chiedere qualcosa di diverso. Vedrai come sarà facile accendere la passione fra di voi.

Parla dell'ansia da prestazione con il tuo medico

affrontare ansia da prestazioneÈ un problema molto diffuso, nessun professionista si scandalizzerà se gliene parli, anzi. È importante escludere eventuali problemi fisici che potrebbero favorire la comparsa dell'ansia da prestazione. Ci sono infatti alcune patologie, come le malattie cardiovascolari o i disturbi legati al diabete, che potrebbero influire sul corretto apporto di sangue agli organi genitali, compromettendo la buona riuscita dei rapporti. Se non vengono rilevate cause di questo genere, potrebbe essere opportuno rivolgersi a uno psicologo, che sarà in grado di evidenziare blocchi mentali e trovare la strada più efficace per superarli, riacquistando piena fiducia di sé e delle proprie performance.

Tutto quello che ti ho detto fino ad adesso vale sia nel caso sia tu a soffrire di questo disturbo, così come se a viverlo sia la tua partner. Anzi, spesso per le donne è molto più difficile da ammettere, in quanto meno evidente e magari confuso per una semplice mancanza di desiderio e attrazione nei confronti dell'altra persona. Se ti rendessi conto che la tua compagna ha difficoltà a lasciarsi andare, quindi, non prendertela. Supportala con dolcezza attraverso un percorso di consapevolezza e aiutala ad affrontare il problema senza metterla in imbarazzo o fare l'offeso.

L'amore si vede proprio nei momenti di difficoltà. Se uno dei due ha qualcosa che non va, il primo appoggio deve riuscire a trovarlo nell'altro. Quando questo non fosse possibile, forse è il caso di rivedere l'intera relazione e la sincerità dei sentimenti provati. Chi non sente il bisogno e il desiderio di aiutare la persona amata, probabilmente sta vivendo in maniera troppo superficiale l'intera unione. Non perder tempo dietro a chi non ti capisce e non ti mostra comprensione, ma soprattutto non fartene una colpa. Puoi trovare di meglio e forse anche i tuoi blocchi diventeranno all'improvviso più semplici da superare.

Come superare l'ansia da prestazione
5 (100%) 1 vote

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *